Nozze di diamante

Fra i vari anniversari, le Nozze di Diamante rappresentano uno snodo davvero importante nella vita di una coppia sposata, che giunge così a ben sessant’anni di vita trascorsa assieme. Un avvenimento da rendere memorabile, festeggiandolo con i familiari più stretti, ma anche con le amicizie più durature: ai figli, ai nipoti e agli amici di vecchia data spetterà, dunque, il nobile compito di onorare a dovere una ricorrenza la cui rarità ne fa qualcosa di estremamente significativo.

Cosa significano

Non è un caso che sia proprio il diamante, splendente pietra preziosa, il simbolo di quest’evento speciale: dal greco antico adamas, e cioè “acciaio”, il diamante incarna alla perfezione i principi di incrollabilità e di fermezza alla base di un rapporto tanto consolidatosi negli anni da considerarsi, appunto, adamantino.

Ma non è tutto: la solidità non è infatti l’unica proprietà di questo minerale, la cui composizione si caratterizza anche per purezza e per lucentezza, soprattutto quando, opportunamente lavorato, acquisisce il cosiddetto fuoco o brio. E questo fuoco che luccica eterno è lo stesso che alimenta la fiamma di un amore che, come quello dei due festeggiati, non si spegne mai.

Storia della nozza di diamante

La celebrazione del sessantesimo anniversario di matrimonio in qualità di “Nozze di Diamante” è diventata una vera e propria tradizione grazie alla regina Vittoria, sul trono del Regno Unito dal 1837 al 1901: il ritiro della regnante dalla vita pubblica dopo la morte del consorte nel 1861 aveva suscitato all’epoca il malcontento generale della popolazione, un’insofferenza diffusa cui si scelse di porre rimedio anticipando la cadenza del Giubileo di Diamante – un evento che prima ricorreva in concomitanza con il settantacinquesimo anniversario del reale in carica e non con il sessantesimo.

Il Giubileo di Diamante si festeggiò dunque il 20 giugno 1897, ma non sarebbe stato un caso isolato nella storia britannica: in tempi molto più recenti, anche la regina Elisabetta II ha celebrato (dal 2 al 5 giugno 2012) il sessantesimo anniversario della sua salita al trono, auspicandosi che in quell’anno speciale, nel rinnovare la propria dedizione nei confronti del suo popolo, ci si ricordasse ancora una volta del potere dello stare insieme e della forza della famiglia.

Del resto, nel 2007 proprio la regina e il duca di Edimburgo avevano già festeggiato le loro Nozze di Diamante con una funzione presso l’Abbazia di Westminster, seguita dall’apposita inaugurazione di un nuovo sentiero panoramico in Parliament Square: un modo elegante per coronare un’unione che nell’arco di sei decadi, con quattro figli, otto nipoti e un regno di oltre cinquant’anni, è stata testimone di tanti e tanti cambiamenti. 

Come festeggiarle

D’altronde, coloro che festeggiano le proprie Nozze di Diamante, avendo trascorso sessant’anni insieme, si saranno uniti in matrimonio intorno agli anni Cinquanta: da allora ad oggi è senz’altro trascorso un lasso di tempo considerevole, in cui sarà stato possibile per loro assistere agli avvenimenti più disparati, da quelli storici passando per quelli socio-politici fino a quelli più strettamente personali.

Chi si prepara a celebrare quest’evento in loro onore dovrà perciò curare minuziosamente ogni particolare, specialmente per quanto riguarda i regali da fare ai due festeggiati. Per quanto riguarda le bomboniere, i fiori e i confetti che in genere si portano in dono in queste occasioni, ma anche per quanto concerne il tipo di festeggiamento in sé, il galateo prescrive, infatti, una prassi piuttosto precisa.

Occorre, innanzitutto, considerare che le Nozze di Diamante vengono celebrate dagli sposi prevalentemente in compagnia dei familiari, meglio ancora se numerosi, e perciò le bomboniere andranno pensate perlopiù per loro: difatti, trattandosi di due persone ormai verosimilmente in pensione, non dovrebbero esserci né datori di lavoro né colleghi da coinvolgere in questo senso.

Tra l’altro, essendo – come abbiamo visto – il diamante il simbolo di questa particolare ricorrenza, il colore predominante dovrà essere il bianco: dunque, non essendoci dei fiori tradizionalmente associati a questo tipo di anniversario, è consigliabile preparare dei bouquet con fiori bianchi ma di tonalità differenti per ciascuna delle sei decadi; e anche i confetti dovranno essere bianchi proprio come al giorno del matrimonio.

Per le decorazioni con cui abbellire la festa vera e propria, il suggerimento più coerente è quello di applicare strass luccicanti ai biglietti d’auguri, ai centrotavola, alla carta da regalo, ai palloncini e a quant’altro, per far sì che sia tutto in pendant: le stesse bomboniere potrebbero essere, per esempio, dei bicchierini di cristallo, proprio per non discostarsi dal colore e dalla raffinatezza racchiuse nella pietra-simbolo dell’evento.

In genere, comunque, l’oggettistica è ciò che va per la maggiore: un cucchiaino in argento, un fazzoletto riportante le due iniziali ricamate degli sposi, una piccola medaglia con l’incisione dei loro nomi, delle statuette in vetro soffiato e così via.

I due festeggiati, invece, dovrebbero scambiarsi dei diamanti veri e propri. Eppure, non va dimenticato che con tutta probabilità queste due persone, dopo ben sessant’anni di vita insieme, saranno diventate via via meno materialiste: e ciò va tenuto a mente soprattutto nella scelta del dono da far loro.

Al momento dell’acquisto del regalo, perciò, bisogna tenere quest’aspetto bene a mente: invece di precipitarsi a comprare set di piatti, articoli di gioielleria, orpelli vari, prenotar loro una cena in un ristorante particolare, dei biglietti per qualche spettacolo interessante, organizzar loro una gita fuori porta o una giornata rilassante di trattamenti in un centro benessere potrebbero essere scelte decisamente più azzeccate.

Per quanto riguarda, poi, i due sposi al livello più specificamente personale, quel che risulterebbe davvero commovente sarebbe realizzare un CD in cui raccogliere tutte le canzoni in voga l’anno del fatidico “sì”: un ottimo sottofondo musicale per sfogliare, magari, un bell’album fotografico con le immagini più significative degli ultimi sessant’anni insieme, da quelle del matrimonio stesso a quelle di figli, nipotini, amici, da quelle dei viaggi all’estero a quelle delle case in cui si è vissuto e via dicendo. 

Frasi augurali

Le Nozze di Diamante sono in definitiva un momento carico di grandi emozioni, per il quale occorre soppesare bene anche le parole da dire o da scrivere. Qui di seguito, alcune proposte di frasi d’auguri che potrebbero essere di spunto a chi voglia festeggiare degnamente una coppia storica che ha raggiunto un così incredibile traguardo:

Cari nonni, oggi fanno sessant’anni che vi siete uniti in matrimonio: e noi, da quando abbiamo avuto la fortuna di conoscervi, vi abbiamo visto sempre felici. Non vi siete lasciati sopraffare da problemi e preoccupazioni perché, prima d’ogni cosa, vi siete voluti e continuate a volervi un gran bene: che il vostro immenso esempio possa esserci di riferimento per tanti altri anni ancora!

Sono le unioni solide come le vostre, inscindibili dopo tutti questi anni, a insegnarci quanto siano sacri i valori del matrimonio e della famiglia. Con quest’omaggio floreale vi porgiamo i nostri più sinceri auguri!

Percorrere l’uno accanto all’altra il sentiero della vita può spesso diventare un cammino tortuoso, ma il vostro amore ha saputo indicarvi i passi giusti da muovere: siete giunti a questo straordinario traguardo di sessant’anni insieme senza dubitare un attimo che la vostra vita sarebbe andata avanti in questo modo. E così proseguirà. Vi auguriamo ogni bene!